in

Cleanspark, operazione di estrazione di Bitcoin con sede in Nevada, acquista 4.500 minatori di Bitcoin da Bitmain

Cleanspark, una società di tecnologia energetica con sede in Nevada e società di mining bitcoin pulito, ha annunciato l’acquisto di 4.500 piattaforme di mining bitcoin Antminer S19 a marchio Bitmain. La società afferma che i dispositivi di mining sono stati acquistati sfruttando una parte delle partecipazioni in bitcoin della società.

Cleanspark acquista 4.500 piattaforme minerarie ASIC dal produttore cinese Bitmain

La società di mining bitcoin quotata in borsa scintilla pulita (Nasdaq: CLSK) ha annunciato martedì che la società ha acquistato 4.500 piattaforme di mining bitcoin S19 da Bitmain. Gli impianti dovrebbero iniziare il processo di consegna entro il prossimo mese e le unità sono state “parzialmente finanziate attraverso una parte del BTC possedimenti.” La società stima che le macchine aumenteranno l’hashrate di 450 PH/s o 0,45 exahash (EH/s), che è equivalente alla capacità attuale di Cleanspark.

L’acquisizione da parte di Cleanspark di 4.500 minatori di bitcoin segue altri importanti acquisti di macchine per il mining di bitcoin da parte di operazioni su larga scala quest’anno. Ad esempio, alla fine di agosto, Genesis Digital Assets ha acquistato 20.000 minatori di bitcoin da Canaan. Durante la prima settimana di agosto, Marathon ha acquistato 30.000 piattaforme di mining bitcoin da Bitmain. Foundry US ha collaborato con una serie di operazioni e ha aumentato notevolmente la sua capacità. Alla fine di dicembre 2020, Cleanspark ha acquisito il minatore di bitcoin statunitense ATL Data Centers per 19,4 milioni di dollari.

L’azienda prevede di avere più di 24K Bitcoin Miner nei prossimi 12 mesi, Cleanspark acquisisce Georgia Datacenter

Cleanspark prevede di aumentare la sua attuale offerta di 10.000 minatori. Il numero di minatori programmati per la consegna è 24.580 “nei prossimi 12 mesi”. Oltre ai data center ATL, Cleanspark ha acquistato anche un ex data center Sprint/Nextel a Norcross, in Georgia, e il nuovo impianto minerario sfrutterà il programma Simple Solar della Georgia. Zach Bradford, l’amministratore delegato della società di estrazione di bitcoin e tecnologia energetica con sede in Nevada, afferma che la mossa per acquistare i nuovi minatori è stato uno “sforzo consapevole”.

“Facendo uno sforzo consapevole per reinvestire in una produzione aggiuntiva, stiamo adottando un approccio basato sul mercato per le nostre operazioni minerarie e massimizzando il valore per i nostri azionisti”, ha affermato Bradford in una dichiarazione inviata a NotizieCrypto.it News. “Comprendiamo che l’utilizzo del nostro bitcoin per supportare le nostre operazioni e la nostra espansione è un cambiamento di paradigma per l’industria mineraria di valuta digitale in Nord America”.

Cleanspark non solo ha una strategia di holding, ma ritiene anche che “il valore delle valute digitali come bitcoin derivi dalla loro utilità come mezzo di scambio”. In sostanza, utilizzando i fondi per acquisire più piattaforme di mining bitcoin, una parte dei suoi bitcoin estratti torna in circolazione.

Cosa ne pensi di Cleanspark che acquista 4.500 minatori da Bitmain e aumenta la capacità di 450 PH/s? Fateci sapere cosa ne pensate di questo argomento nella sezione commenti qui sotto.

Tag in questa storia

Minatori bitcoin ASIC, piattaforme minerarie ASIC, acquisti ASIC, ASIC, data center ATL, mining Bitcoin, piattaforme minerarie Bitcoin, Bitmain, BTC Mining, Cleanspark Inc, Foundry US, Genesis Digital Assets, Marathon, Software energetico Microgrid, piattaforme minerarie, Nasdaq Stock Scambio, Zachary Bradford

Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non si tratta di un’offerta diretta o di una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. NotizieCrypto.it non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Written by Macesanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il valore totale bloccato in Defi supera i 200 miliardi di dollari: Fantom, Avalanche, Harmony, Arbitrum TVLs Swell

Aspettative di inflazione negli Stati Uniti più alte dal 2013, i prezzi del gas salgono alle stelle, le catene di approvvigionamento si piegano