in

Come Henry Ford immaginava Bitcoin 100 anni fa: una “valuta energetica” unica che potrebbe “fermare le guerre”

Tra 55 giorni sarà il centenario di quando l’industriale americano e magnate degli affari Henry Ford ha parlato di una “valuta energetica” unica che potrebbe “fermare le guerre”. Il noto fondatore della Ford Motor Company ha suggerito che una valuta potrebbe essere sostenuta da energia in kilowattora (kWh) in modo simile al modo in cui l’energia viene sfruttata per estrarre bitcoin.

New York Tribune, 4 dicembre 1921: “La Ford sostituirebbe l’oro con la valuta energetica e fermerebbe le guerre”

Quasi 100 anni fa, il 4 dicembre 1921, Henry Ford discusse un’idea da lui concepita nel Tribuna di New York. Il titolo dell’articolo pubblicato si chiamava “Ford sostituirebbe l’oro con Energy Currency e Stop Wars”.

Ford è nota per aver sviluppato la tecnica della catena di montaggio e aver creato una delle prime automobili prodotte in serie in America. Il concetto di valuta energetica di Ford descrive una valuta digitale molto simile a quella di Satoshi Nakamoto Bitcoin e uno che è anche scarso.

Non solo la valuta energetica di Ford sarebbe supportata dall’energia misurata in chilowattora (kWh), ma anche discusso con la Tribune che la valuta sarebbe stata “emessa solo per un certo importo definito e per uno scopo specifico”.

Come Henry Ford immaginava Bitcoin 100 anni fa: una

Si è sempre capito che Henry Ford era molto in anticipo sui tempi, ma ha anche pensato a un concetto molto simile a quanto descritto nel Libro bianco Bitcoin. Ford aveva persino pianificato un luogo per dare il via all’idea a Muscle Shoals Dam. La sezione infida e selvaggia di Muscle Shoals del fiume Tennessee produce molta energia poiché la diga fornisce energia elettrica, controllo delle inondazioni e approvvigionamento idrico.

Ford ha anche sparato al cartello bancario nel 1921, che sono fondamentalmente gli stessi istituti finanziari e membri della famiglia che gestiscono le finanze del mondo oggi. “Si tratta semplicemente di pensare e calcolare in termini diversi da quelli stabiliti dal gruppo bancario internazionale a cui siamo così abituati che pensiamo che non ci sia altro standard desiderabile”, ha sottolineato Ford.

Mentre i cypherpunk come Timothy May ed Eric Hughes scrivevano di concetti che sembravano più vicini alla criptovaluta di oggi, molti altri avevano visioni simili al concetto di valuta energetica di Henry Ford. Il premio Nobel ed economista austriaco Friedrick Hayek ha discusso l’idea di una moneta di libero mercato.

“Non credo che avremo mai più bei soldi prima di togliere la cosa dalle mani di [the] governo”, Hayek stressato. “Cioè, non possiamo toglierlo violentemente dalle mani di [the] governo, tutto ciò che possiamo fare è in qualche modo subdolo e tortuoso [to] introdurre qualcosa che non possono fermare.”

Oltre a Hayek, Milton Friedman discusso l’idea di una criptovaluta nel 1999. “Penso che Internet sarà una delle forze principali per ridurre il ruolo del governo”, ha detto Friedman durante la sua intervista che è diventata virale nel 2014. “L’unica cosa che manca, ma che sarà presto sviluppato, è un e-cash affidabile, un metodo con cui su Internet è possibile trasferire fondi da A a B, senza che A conosca B o B conosca A”, ha aggiunto l’economista.

Henry Ford: “Significherebbe cambiamenti nella finanza mondiale: i banchieri si oppongono sempre ai cambiamenti”

L’editoriale di Ford sulla valuta energetica sul New York Tribune non solo prende di mira i banchieri, ma incolpa anche l’oro. “È molto semplice quando lo si analizza”, ha sottolineato Ford. “La causa di tutte le guerre è l’oro. Dimostreremo al mondo due cose, primo, la praticabilità, secondo, l’opportunità di sostituire l’oro come base della moneta e sostituire al suo posto l’imperitura ricchezza naturale del mondo”. Ford ha continuato:

Quasi tutti nel mondo, tranne i giornali ei banchieri, riconoscono che la civiltà è entrata in una nuova era. I giornali non lo vedono e i banchieri internazionali non vogliono vederlo — Significherebbe cambiamenti nella finanza mondiale e i banchieri si oppongono sempre ai cambiamenti.

Potrebbe essere disse che la tendenza in America è già entrata nel regno della valuta digitale, che viene effettuata principalmente dai database del sistema bancario. Per molti aspetti, Ford ha ottenuto la sua strada perché i poteri che erano essenzialmente sostituiti dall’oro con fiat non supportati. Tuttavia, la Fiat è ben lontana da una valuta scarsa e sostenuta dall’energia che Ford ha sognato molto tempo fa.

Il cartello bancario che si allontana dal gold standard ha spinto una “desiderabilità di sostituire l’oro” da entrambi i lati dello spettro. Risorse crittografiche decentralizzate come bitcoin (BTC) stanno effettivamente sostituendo l’oro anche se la misura dello spostamento è ancora piuttosto piccola.

In questi giorni le persone usano le criptovalute come copertura contro le fiat e le massicce espansioni monetarie delle banche centrali proprio come i collezionisti di metalli preziosi (PM) e i “bug d’oro”. In questa linea di pensiero c’è anche una “desiderabilità di sostituire l’oro” che si sta formando tra le masse poiché le valute digitali offrono vantaggi che PM come l’oro non possono fornire.

Secondo assetdash.com bitcoin (BTC) è il sesto asset per capitalizzazione di mercato. Il portale web aziendemarketcap.com dice bitcoin (BTC) si posiziona all’ottavo posto. La prima posizione detenuta da Gold è una valutazione di mercato di $ 11,161 trilioni, mentre BTCè di circa 1.041 trilioni di dollari, secondo le metriche del sito web. La valutazione dell’oro è del 972% maggiore di BTCÈ perché l’asset crittografico ha una lunga strada da percorrere per recuperare se vuole sostituire l’oro.

Cosa ne pensi di Henry Ford che prevede una valuta simile al bitcoin vicino a 100 anni fa? Fateci sapere cosa ne pensate di questo argomento nella sezione commenti qui sotto.

Tag in questa storia

100 anni fa, industriale americano, catena di montaggio, Bitcoin, Bitcoin (BTC), magnate degli affari, cipherpunk, asset crittografici, 4 dicembre 1921, valuta garantita dall’energia, Eric Hughes, Ford, Ford’s Vision, Friedrick Hayek, oro, Gold Market Cap , Henry Ford, Milton Friedman, New York Tribune, PMS, metalli preziosi, Timothy May

Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non si tratta di un’offerta diretta o di una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. NotizieCrypto.it non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Written by Macesanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

DRepublic lancia la piattaforma NFT combinabile, “MetaCore” utilizzando EIP-3664

I viaggiatori potranno acquistare biglietti aerei con Crypto in Venezuela