in

Il CEO di Genesis, Michael Moro, pensa che gli errori tengano le istituzioni lontane dalla Defi

L’amministratore delegato della società di trading Genesis, Michael Moro, ha dichiarato che secondo le sue opinioni lo spazio della finanza decentralizzata (defi) è ancora troppo rischioso per le istituzioni. Moro ha spiegato che ci sono stati alcuni errori importanti commessi da protocolli defi di alto profilo che sono mettendo a rischio i fondi dei clienti. Questo è il motivo per cui lo spazio è ancora dominato da investitori al dettaglio, che hanno politiche di gestione del rischio più permissive.

Gli errori Defi spaventano le istituzioni

Michael Moro, CEO di Genesis, una delle più grandi società di trading di criptovalute nello spazio, ha dichiarato la sua opinione sul motivo per cui defi non è riuscita a invogliare le istituzioni a investire in questi protocolli. Secondo il suo punto di vista, lo spazio è ancora troppo rischioso e ciò è dimostrato da alcuni errori recenti che hanno commesso entità di alto profilo. In un’intervista a Insider, Moro ha dichiarato:

Errori ed errori che hai visto rendono certamente le istituzioni rifuggite dal fare qualsiasi cosa in termini di dimensioni, in qualsiasi piattaforma particolare.

Gli hedge fund e le società di trading proprietario sarebbero molto interessate a utilizzare alcuni di questi protocolli a loro vantaggio, ma queste istituzioni non sono disposte a subire grandi errori che potrebbero costare loro milioni di dollari. Moro ha sottolineato che gli investitori al dettaglio erano a rischio, affermando:

La parte sfortunata è che, per ora, poiché sono i consumatori, sono i ragazzi della vendita al dettaglio che oggi vanno in giro su defi, saranno loro a perdere i loro soldi.

Un altro giorno, un altro hack o exploit

Il settore della finanza decentralizzata è, senza dubbio, uno dei più sfruttati e hackerati nel settore delle criptovalute. Questo perché si basa su contratti intelligenti che possono presentare vulnerabilità non sempre rilevabili dalle società di revisione. Proprio la scorsa settimana, Compound, uno dei principali protocolli di prestito e prestito su Ethereum, ha riscontrato un bug in un contratto intelligente che ha lasciato in palio milioni di dollari per gli utenti della piattaforma.

Il bug è stato causato da un aggiornamento a uno dei contratti critici sulla piattaforma, che offre ricompense agli utenti sotto forma di token nativo, comp. Questo aggiornamento è stato condotto dai membri della comunità, che hanno scritto le modifiche al contratto e ne hanno anche rivisto il codice. Per Moro questo è uno dei grandi pericoli del settore. Ha concluso:

C’è un elemento di prova ed errore da definire, dove l’errore costerà più di cento milioni. Non credo che disponiamo di un ecosistema di auditor sufficientemente solido. Penso che ti fidi ancora che qualcuno abbia verificato il codice.

Cosa ne pensi dell’opinione del CEO di Genesis sul perché le istituzioni non hanno abbracciato la defi? Dicci nella sezione commenti qui sotto.

Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. NotizieCrypto.it non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Written by Macesanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Kardashian, Mayweather Jr., Lohan Slammed – La star di “The OC” afferma che le celebrità che Shilling Crypto è un “disastro morale”

L’Abkhazia estende le restrizioni di Internet per i minatori di criptovaluta