in

La comunità di criptovalute preferisce il passaggio di BTC a PoS rispetto a “Let it Die”

  • Un influencer cripto ha pubblicato un sondaggio chiedendo quale cambiamento è accettabile, supponendo che sia diventato impossibile avere una blockchain PoW sicura.
  • Il 26% degli intervistati preferisce “Lascialo morire”.
  • Il co-fondatore di Ethereum Network ha affermato che sarebbe auspicabile un ibrido di PoS e PoW.

Un cripto influencer di Twitter, Dan Robinson, pubblicato un sondaggio chiedere alle persone di votare per un cambiamento che accetterebbero, supponendo che sia diventato impossibile avere una blockchain sicura di prova del lavoro (PoW) senza una ricompensa in blocco per Bitcoin.

Le opzioni delineate erano “Rimuovi il limite di 21 milioni”, “Passa a proof-of-stake”, “Lascialo morire” e “Sono pessimo con l’ipotetico”.

Al momento in cui scrivo, hanno votato 9.430 intervistati e il risultato finora è stato testa a testa. È interessante notare che il secondo voto a maggioranza è stato “Lascialo morire” dopo l’opzione “passa alla prova della posta”.

Vitalik Buterin, il co-fondatore della rete PoW, Ethereum ha affermato che sarebbe auspicabile un ibrido di PoS e PoW. Egli ha detto:

Perché non una proof of stake ibrida, dei progetti dell’era 2013-15 in cui hai intrecciato blocchi PoW e PoS, quindi un utente malintenzionato ha bisogno di qualcosa come “work_share + stake_share >= 1” per eseguire un attacco del 51%? Ancora politicamente vendibile come PoW, ma potrebbe darti abbastanza vantaggi in termini di sicurezza.

Un altro utente ha replicato al suo commento, “perché PoS dovrebbe essere sicuro quando PoW non lo è? costo di copertura più elevato?” Buterin ha poi condiviso un documento che mette a confronto i due meccanismi di sicurezza della blockchain. Il succo del documento era che PoS offre più sicurezza allo stesso costo.

Proof of work e proof of stake sono meccanismi di consenso per la verifica di nuove transazioni crittografiche su una rete poiché le blockchain mancano di autorità centralizzate.

PoW richiede ai minatori di risolvere una complessa equazione matematica, mentre PoS richiede agli utenti di acquistare e mettere in staking token di rete per convalidare le transazioni. Più monete un utente rischia, maggiori sono le sue possibilità di convalidare una transazione e, in definitiva, di vincere il premio. L’hacking in un sistema PoS diventa troppo costoso perché l’hacker avrà bisogno di una quota fino al 33% del token della rete solo per fermare la rete, il che è quasi impossibile.

Written by Madalin

Lascia un commento

GIPHY App Key not set. Please check settings

    Il mainnet di Ethereum subirà l’aggiornamento “Grey Glacier” mercoledì prossimo

    RSC combatte la disuguaglianza con il fondo RSC: NFT da coniare presto