in

MicroStrategy si impegna ad acquistare più BTC nonostante la perdita di carta sulle sue partecipazioni di $ 424,8 milioni nel secondo trimestre

MicroStrategy si impegna ad acquistare più BTC nonostante la perdita di carta sulle sue partecipazioni di $ 424,8 milioni nel secondo trimestre

La società di business intelligence e software mobile MicroStrategy si è impegnata ad acquistare più Bitcoin nonostante abbia riportato perdite di valore pari a 424,8 milioni di dollari nel secondo trimestre.

Questa è solo una perdita cartacea, tuttavia, basata sul prezzo di Bitcoin alla fine del trimestre e non riflette una perdita realizzata. A seconda di come si sommano le cifre, MicroStrategy sembra aver guadagnato quasi un miliardo di dollari in più da Bitcoin di quanto ha speso.

Insieme alla fervente fiducia del CEO Michael Saylor in Bitcoin, questo potrebbe essere il motivo per cui ha deciso di aggiungere più Bitcoin alle sue riserve in futuro. Il rapporto affermava:

“Continuiamo a essere soddisfatti dei risultati dell’implementazione della nostra strategia di asset digitali. Il nostro ultimo aumento di capitale ci ha permesso di espandere le nostre partecipazioni digitali, che ora superano i 105.000 bitcoin. In futuro, intendiamo continuare a distribuire capitale aggiuntivo nella nostra strategia di asset digitali”.

Il rapporto del secondo trimestre è stato annunciato oggi. Al 30 giugno 2021, MicroStrategy tenuto circa 105.085 BTC con un valore contabile di $ 2,051 miliardi, con una perdita di valore di $ 689,6 milioni dall’acquisizione. L’importo medio di carico per Bitcoin è stato stimato di $ 19,518.

All’inizio di questa settimana, Tesla di Elon Musk ha anche pubblicato un rapporto del secondo trimestre che mostrava una perdita di valore di 23 milioni di dollari sulle sue partecipazioni in Bitcoin.

Poiché entrambe le aziende classificano Bitcoin come un “bene immateriale”, le regole contabili impongono che debbano segnalare una perdita di valore quando il prezzo del bene scende al di sotto della sua base di costo. Tuttavia, non sono tenuti a segnalare l’apprezzamento del prezzo nell’attività specificata fino a quando la posizione non viene realizzata attraverso una vendita.

Le cifre relative alle risorse digitali sono state calcolate utilizzando i Principi contabili generalmente accettati (GAAP), una raccolta di regole contabili comunemente accettate utilizzate per la rendicontazione finanziaria. L’azienda ha anche fornito calcoli non GAAP, che in questo rapporto escludono “l’impatto delle spese di compensazione basate su azioni e delle perdite di valore e degli utili sulla vendita di attività immateriali”.

Rapporto: Ecco quanto i tweet di Musk e Saylor hanno influenzato i prezzi delle criptovalute nel secondo trimestre

Le cifre non-GAAP dipingono un quadro diverso per le partecipazioni di risorse digitali di MicroStrategy, con la base del costo di BTC a $ 2,741 miliardi ma il suo valore di mercato è $ 3,653 miliardi, che riflette un costo medio per BTC a $ 26.080 e un prezzo di mercato di $ 34.763 a giugno 30.

I ricavi totali per il secondo trimestre sono stati pari a $ 125,4 milioni, con un aumento del 13,4% rispetto al secondo trimestre del 2020. L’utile lordo di Microstrategy è stato pari a $ 102,3 milioni e ha rappresentato un margine lordo dell’81,6%, con un aumento minore del 4,2% rispetto all’anno precedente. Complessivamente, MicroStrategy ha registrato una perdita nel secondo trimestre di 299,3 milioni di dollari, rispetto a un utile di 3 milioni di dollari nello stesso trimestre dello scorso anno.

Saylor e MicroStrategy sembrano essere all-in su Bitcoin in questa fase, ed entrambi hanno continuato ad accumulare l’asset nonostante la crisi delle criptovalute iniziata a maggio, poiché la strategia è quella di mantenere l’asset a lungo termine. Il CEO ha recentemente notato, tuttavia, che se il prezzo di Bitcoin sarà inferiore a quello che è oggi tra quattro anni, riconsidererà la sua strategia.