in

OpenSea subisce una violazione dei dati, avverte gli utenti della possibilità di phishing

  • OpenSea afferma di aver subito una violazione dei dati.
  • “Un dipendente del nostro fornitore di posta elettronica, Customer.io, ha abusato dell’accesso dei propri dipendenti”, afferma la piattaforma NFT.
  • Il mercato avverte gli utenti dell’apertura di file o dell’accesso da e-mail sospette.

OpenSea ha appena annunciato che la piattaforma NFT è stata vittima di una violazione dei dati. Attraverso un post sul blog e il suo account Twitter ufficiale, il mercato NFT afferma che un’indagine è in corso e che hanno segnalato l’incidente alle forze dell’ordine.

Affrontando la fuga di dati, OpenSea ha ammesso che un dipendente del suo fornitore di posta elettronica, Customer.io, ha abusato dell’accesso dei propri dipendenti per scaricare e condividere indirizzi e-mail con una parte esterna non autorizzata.

“Gli indirizzi e-mail forniti a OpenSea dagli utenti o dagli abbonati alla newsletter sono stati interessati”, ha spiegato il team.

Inoltre, OpenSea informa i suoi utenti che se il loro indirizzo e-mail fosse interessato, riceverebbero un’e-mail dal dominio ‘opensea.io’. Hanno chiesto agli investitori di stare attenti alle e-mail potenzialmente dannose. “Attori malintenzionati possono utilizzare queste informazioni per impersonare OpenSea nei tentativi di phishing via e-mail”.

Preoccupato per gli attacchi imminenti, OpenSea continua aggiungendo che invieranno e-mail solo dal dominio. Gli utenti devono essere consapevoli dei tentativi di impersonare OpenSea attraverso lievi variazioni del suo nome di dominio, che possono includere ma non sono limitati a indirizzi come opensae. io, opensea.org e opensea.xyz.

L’azienda mette inoltre in guardia i suoi utenti dal scaricare qualsiasi file da un’e-mail di OpenSea. Hanno chiesto a tutti di controllare l’URL di qualsiasi pagina collegata in un’e-mail di OpenSea. “Includeremo solo collegamenti ipertestuali a ‘URL”, si legge in uno dei post nel thread di Twitter.

OpenSea avverte anche gli utenti di condividere la loro frase seme con chiunque. “Non lo chiederemo mai”, afferma la piattaforma. Altri avvisi includono preoccupazioni sulla firma delle transazioni del portafoglio dalle e-mail e sull’interazione con e-mail e file inviati da estranei.

Poiché le violazioni dei dati diventano pericolosamente comuni, le società di crittografia stanno aumentando i protocolli di sicurezza. L’esperienza di OpenSea, tra molte altre, potrebbe servire da modello per futuri standard di protezione dei dati.

Written by Madalin

Lascia un commento

GIPHY App Key not set. Please check settings

    BTC potrebbe stabilire un nuovo minimo in questo mercato ribassista: sondaggio di Twitter

    SHIB in aumento del 35%, DOGE in aumento del 32% nell’attività di rete in 10 giorni