in

Phemex è una ribellione contro la finanza tradizionale e sta vincendo

Wall Street è spesso pubblicizzata come il luogo in cui i sogni prendono vita, ma l’epicentro economico mondiale può anche essere un vero incubo. Dai broker che si urlano addosso attraverso i piani di negoziazione ai moderni sistemi di trading elettronico di oggi, il denaro parla a Wall Street. Tuttavia, mentre il NYSE ospita oltre $ 28,5 trilioni di attività, c’è ancora molto da dire.

A Wall Street si crede che la storia non si ripeta, ma faccia rima. I sistemi finanziari mondiali hanno fallito costantemente nel tempo, ma quando il fondatore di Phemex, Jack Tao, è entrato inizialmente in Morgan Stanley nel 2009, nulla avrebbe potuto prepararlo al design restrittivo dei mercati finanziari utilizzato nei confronti degli investitori al dettaglio. Dalla censura delle transazioni all’aumento delle tariffe alla conclusione di accordi con partner esclusivi lontano dall’attenzione del pubblico, Jack ha iniziato a vedere il sistema com’era, distorto a favore dei ricchi e influenti.

Il nome “Phemex” deriva da due parole: “Pheme”, il dio greco della fama, che era un canale per l’opinione pubblica, e “MEX” (abbreviazione di scambio mercantile). Phemex crede che i nostri sistemi finanziari possano essere migliori, ma solo quando tutti hanno un piano di parità e le opinioni di nessuno possono eclissare le altre.

Jack ha visto il potenziale per un mondo completamente nuovo di servizi finanziari, uno in cui tutto è stato ripristinato e a tutti è stata data una possibilità di combattere. Durante la sua ricerca per capire come implementare il suo progetto, Jack alla fine ha scoperto la blockchain.

La sua avventura è iniziata come miner di Bitcoin, unendosi a un rinomato exchange di criptovalute per iniziare a investire nella tecnologia. Tuttavia, scappatoie tecniche e scarsa regolamentazione hanno fatto perdere a Jack una parte significativa delle sue partecipazioni a causa di un malfunzionamento dello scambio. Questo era un problema.

Nella sua mente, le risorse digitali rappresentavano gli ideali di controllo decentralizzato, libertà finanziaria e sovranità individuale, ma questi ideali venivano implementati solo in superficie. La storia delle origini di Phemex inizia davvero qui.

Nel 2019 Jack, insieme ad altri otto dirigenti di Morgan Stanley, ha fondato Phemex per consentire un futuro basato su blockchain per le economie mondiali, in cui il potere non si saturasse mai tra pochi eletti e le opportunità non potessero mai essere soffocate.

Libertà di spaccio

Il concetto di denaro è rimasto centralizzato fin dall’inizio. Prima di Bitcoin, l’idea che una valuta potesse avere valore senza un intermediario fidato era completamente estranea. Blockchain è la risposta dell’umanità alla gestione inefficiente del capitale da parte di entità centralizzate, consentendo resistenza alla censura, controllo distribuito e trasferimento di valore senza fiducia senza confini.

Solo negli ultimi due anni, Phemex si è espansa in uno degli exchange di derivati ​​globali di prim’ordine nel settore delle criptovalute, che vanta una base di utenti di 1,5 milioni, con un volume di scambi trimestrale di oltre $ 266 miliardi. Progettato da zero da una squadra di veterani di Wall Street, Phemex è stato creato per portare i servizi finanziari alle masse utilizzando il suo design intuitivo, il motore di trading velocissimo e l’approccio positivo al feedback della comunità.

Con il suo team di esperti nel campo della finanza, Phemex sta marciando verso il suo obiettivo di essere il più sicuro e affidabile risorsa digitale scambio nel mondo.

Sfondare, liberarsi

Il sentimento generale che intermediari inefficienti rovinino il sistema ha catalizzato la nascita delle criptovalute e la tecnologia blockchain offre alle persone la possibilità di fare trading senza restrizioni. Il mercato azionario tradizionale è costituito da circa 80 trilioni di dollari di asset e, con così tanti soldi in gioco, può essere difficile ricordare che dietro ogni variabile di mercato c’è una persona reale.

Questo mese, Phemex sta anche dando alla sua interfaccia utente una revisione completa, inclusa una riprogettazione completa del suo design visivo in modo che gli utenti possano prendere più facilmente parte alla rivoluzione blockchain in corso. Contrariamente alla credenza popolare, i sistemi finanziari del mondo non sono stati progettati per essere ingiusti, ma ciò non cambia il fatto che lo siano.

Il trading è fondamentalmente competitivo, ma ciò non significa che la concorrenza non possa essere imparziale. Phemex vuole alimentare un’economia alimentata da libertà, pari opportunità e crescita organica, consentendo ai suoi utenti di apportare contributi significativi al mercato alle proprie condizioni.

Rimuovendo le barriere create dall’esclusività o dal privilegio, Phemex offre una piattaforma in cui i vincitori vengono decisi in base alle loro capacità e lungimiranza, non alle loro connessioni.

Gli investitori di criptovaluta sono in un’avventura per superare gli ostacoli formati dai tradizionali ecosistemi finanziari del mondo. Crea il tuo percorso e liberati con Phemex.


Questo è un post sponsorizzato. Scopri come raggiungere il nostro pubblico qui. Leggi il disclaimer di seguito.


Ascolta l’ultimo podcast di NotizieCrypto.it:

Crediti immagine: Shutterstock, Pixabay, Wiki Commons

Disclaimer: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non si tratta di un’offerta diretta o di una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. NotizieCrypto.it non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la società né l’autore sono responsabili, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causati o presumibilmente causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.

Written by Macesanu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I legislatori in Kazakistan propongono la registrazione per le fattorie di criptovalute, una tariffa elettrica più elevata per i minatori

JPMorgan: gli investitori istituzionali scaricano l’oro per Bitcoin considerandolo come una migliore copertura contro l’inflazione