in

“Segnala falsa”, afferma Celsius sui presunti tentativi di fuga del CEO

    • Celsius Network ha ufficialmente negato tutte le accuse del suo CEO che cercava di fuggire dagli Stati Uniti.
    • Si diceva che Alex Mashinsky fosse stato fermato dalle autorità mentre cercava di lasciare il Paese.
    • L’azienda di criptovalute afferma di lavorare 24 ore su 24 per risolvere i problemi dei clienti.

Celsius Network ha ufficialmente negato tutte le accuse del suo CEO che cercava di fuggire dagli Stati Uniti. Questa dichiarazione arriva dopo la notizia che il CEO Alex Mashinsky sarebbe stato fermato dalle autorità mentre cercava di lasciare il Paese.

La notizia del tentativo di fuga di Mashinsky è stata riportata per la prima volta da Mike Alfred, ex CEO di BrightScope & Digital Assets Data. Alfred ha affermato che Mashinsky ha tentato di lasciare il paese tramite l’aeroporto di Morristown, ma è stato fermato dalle autorità. Tuttavia, né questa notizia né le fonti di Alfred sono state verificate.

Difendendo il proprio CEO, il team Celsius afferma:

“Coerentemente con i nostri messaggi precedenti, tutti i dipendenti Celsius, incluso il nostro CEO, sono concentrati e lavorano duramente nel tentativo di stabilizzare la liquidità e le operazioni. A tal fine, tutte le notizie secondo cui il CEO di Celsius ha tentato di lasciare gli Stati Uniti sono false”.

La società di prestito di criptovalute ha resistito in acque agitate nelle ultime due settimane. A metà di questo mese, Celsius aveva annunciato che avrebbe sospeso tutti i prelievi, scambi e trasferimenti tra conti a causa di “condizioni di mercato estreme”. Con le voci sulla sua insolvenza fluttuante, la società di prestito afferma di aver lavorato 24 ore su 24 per risolvere i problemi dei clienti.

In particolare, il Wall Street Journal ha riferito all’inizio della scorsa settimana che Celsius aveva assunto avvocati di ristrutturazione per aiutare a gestire la sua crisi finanziaria. Ci sono state anche speculazioni da parte del consiglio di Celsius di considerare la rimozione di Mashinsky dalla posizione di CEO.

Il lato positivo è che l’azienda ha iniziato a rimborsare i clienti per riguadagnare liquidità e riaprire i prelievi. Secondo i rapporti, Celsius ha rimborsato il servizio DeFi redditizio Compound Finance con $ 10 milioni di stablecoin DAI. Tuttavia, Celsius non è l’unica azienda di criptovalute che sta vacillando sotto la pressione del mercato.

Anche l’hedge fund di criptovalute Three Arrows capital e Babel Finance si trovano in situazioni simili. Sebbene il mercato abbia registrato una leggera ripresa dopo il suo terrificante bagno di sangue di questo mese, le principali società di criptovalute stanno ancora lottando per affrontare le conseguenze di un mercato sanguinante.

Written by Madalin

Lascia un commento

GIPHY App Key not set. Please check settings

    Mondo delle donne, tweet di Boss Beauties a sostegno del diritto all’aborto

    Cosa c’è in serbo per il prezzo di Bitcoin a luglio, rialzista o ribassista?